Storia

Da una porticciola delle più antiche mura cittadine ‘e quivi presso avea una posteria chiamata Porta Rossa, e la ruga, che v’è a’ nostri dì, ha ritenuto il detto nome….’ (G.Villani, istorie fiorentine, vol.1)” 

Storia di via Porta Rossa

Storia di via Porta Rossa

 

La storia narra che essa è così chiamata da una postierla del primo cerchio delle mura, costruite in mattoni rossi non intonacati e provenienti dalla fornace che era in Parione, vicino all’odierna via del Parione, lungo l’Arno. Inoltre gli stessi battenti erano verniciati in rosso. Di questa postierla si trovarono i resti nel 1732, nell’esecuzione di lavori.

Al pari della vicina via Por Santa Maria, anche via Porta Rossa era piena di botteghe di artigiani dell’Arte della Seta.

Nel 1547 la strada mutò aspetto per la demolizione di alcuni edifici e la costruzione della loggia del Mercato Nuovo. Ancora nell’Ottocento venne distrutta la Loggia dei Cavalcanti per allargare la strada. Infine negli anni Venti del Novecento vene creata piazza Davanzati davanti a Palazzo Davanzati.

Le case all’inizio della via, vicino a via Monalda, appartenevano ai Soldanieri e in via Monalda ci sono i ruderi di una loro torre.

Pin It on Pinterest

Share This